english  

   
 

    
 

 

 

 

home

 

chi siamo

 

le nostre esposizioni

 

articoli

 

mostre nel mondo

 

galleria

 

pubblicazioni

 

links

 

contatti

 

 

L. Pescador, 1995

 

 

 

 

Sicebile. Swaziland's Cultural Adornment and Artefacts
Gordon Malangabi Crawford

pagine: 96, in brossura; con numerose foto a colori

editore: Reach publishers, Wandsbeck, South Africa

anno: 2008

lingua: inglese

prezzo: 20,00 dollari USA

 

"Sicebile" in lingua SiSwati vuole dire "abbiamo dei tesori" o, per dir meglio, "siamo ricchi" e questo nuovo libro pubblicato in SUdafrica e scritto da un inglese, Gordon Crawford, che ha passato tutta la sua vita tra Sudafrica, Malawi e, ora, Swaziland, intende appunto dimostrare come la produzione artistica degli Swazi, finora ben poco indagata e spesso confusa con quella pi¨ nota degli Zulu o degli altri gruppi etnici Nguni (Xhosa, Matabel, Ngoni e Shangaan/Tsonga), sia di non meno valore e interesse rispetto appunto alle pi¨ note manifestazioni artistiche dei popoli confinanti.

 

Certo il fatto che gli oggetti su cui si appunta la ricerca etnografico-estetica di Crawford non siano maschere e statue ma solo "oggetti d'uso" o ornamenti di perline non ha aiutato, come sottolinea l'autore, la riconoscibilitÓ del valore artistico di questo tipo di produzione da parte degli studiosi e dei collezionisti occidentali ma la varietÓ e la complessitÓ degli appoggiatesta, dei contenitori per il tabacco, dei piatti di legno, degli specchi e dei contenitori per il latte raggiungono a volte la raffinatezza del miglior design contemporaneo, anche se sono invece forme assolutamente tradizionali.

 

Gli oggetti presentati da Crawford sono, per lo pi¨, di fattura antica ma l'autore sottolinea come fino a pochissimi anni fa gli artigian Swazi hanno continuato a scolpire questi oggetti alla stessa maniera del passato e, oggi, il pericolo sta proprio nel fatto che questa tradizione rischia di scomparire con gli ultimi artisti ancora in vita, finora non adeguatamente sostituiti da una nuova generazione.

 

Capitoli interessanti sono anche quelli sui beadworks e sulle bambole, anche queste composte da perline e da crini animali intrecciati, come anche quello sulle armi bianche, bastoni da guerra, asce e lance, e sugli scudi.

 

In conclusione un interessante volumetto, purtroppo non in distribuzione in Italia per cui tutti gli interessati sarÓ meglio rivolgersi direttamente all'autore per una spedizione via posta (crawford@realnet.co.za)