english  

   
 

    
 

 

 

 

home

 

chi siamo

 

le nostre esposizioni

 

articoli

 

mostre nel mondo

 

galleria

 

pubblicazioni

 

links

 

contatti

 

 

L. Pescador, 1995

 

 

 

 

Omo. Peuples & design

dal 7 novembre 2008 al 31 agosto 2009

 

Musée Royal de l’Afrique Centrale

Leuvensesteenweg 13, 3080 Tervuren (Belgique)

www.africamuseum.be

 

 

Nuova esposizione temporanea al MRAC di Tervuren, questa volta dedicata alle popolazioni del sud-ovest dell’Etiopia.

 

Nella valle del fiume Omo, nel sud-ovest dell’Etiopia, vive infatti una dozzina di popoli pastori. Parlano lingue diverse e la maggior parte di loro è migrata in quell’area nel corso degli scorsi tre secoli. Oggi ci sono circa 110.000 individui su un territorio complessivo di 24.000 chilometri quadrati. Le condizioni di vita sono estreme e la sopravvivenza è la preoccupazione principale e costante. Il bestiame è al centro della loro economia e del loro sistema di pensiero. Il mantenimento della mandria determina in larga misura il loro stile di vita e costringe queste popolazioni ad una vita semi-nomade. Eppure questi popoli pastori dedicano una straordinaria attenzione all’estetica dei loro oggetti d’uso quotidiano. Altrettanto straordinari sono i codici visivi incarnati nelle capigliature, nei copricapi e nei capi di abbigliamento, su cui si fonda l’identità dell’individuo e del gruppo. Il Musée royal de l’Afrique centrale possiede una eccezionale collezione di più di 1250 oggetti provenienti dai popoli pastori della valle dell’Omo e in questa esposizione viene per la prima volta mostrata al pubblico una significativa selezione degli esempi migliori. Una sessantina di immagini del fotografo Hans Silvester vanno a completare i temi sviluppati nella mostra.

 

L’esposizione si divide in tre sezioni: la prima descrive il contesto ambientale in vivono queste popolazioni, un luogo veramente “selvaggio”, interamente determinato dal clima rovente e dalla scarsità di pioggia; la seconda sezione spiega in dettaglio le dinamiche tra uomini e bestiame, unico status sociale e segno di ricchezza, base essenziale per l’alimentazione e fornitore di numerosi elementi costitutivi la cultura materiale; la terza sezione illustra il complesso sistema di codici visivi e simbolici che queste popolazioni hanno elaborato, tra scarificazioni e altre “body modifications”.

 

Redatto da Gustaaf Verswijver, il catalogo OMO. Peuples et design (260 pagine, 230 foto a colori) è magnificamente illustrato e contiene anche le immagini di Hans Silvester. Questa esposizione e il relativo catalogo propongono quindi uno sguardo nuovo e completo su queste popolazioni, di cui si sottolinea la raffinatezza e il design degli oggetti quotidiani. Di questi ultimi – spiega l’autore dei testi Gustaaf Verswijver – si può completamente comprendere il senso solo analizzando approfonditamente le dinamiche sociali e antropologiche della civiltà che li ha prodotti.